ogni Lunedì: “Cronache della crisi”!

“perchè ora si parla tanto della crisi, ma la crisi è sempre quella”
Doc 

La crisi economica degli ultimi 5 anni ha reso manifesto quanto ciò che spesso diamo per scontato, pensiamo ci spetti di diritto, possa essere completamente stravolto a causa di dinamiche apparentemente lontane ed incontrollabili.

In effetti ogni giorno il mondo cambia, e ogni giorno noi cambiamo con lui.

Trend di borsa, ristrutturazioni produttive, nuove leggi e nuove eccezioni, cambi di governo, tensioni sociali, rivolgimenti politici, guerre e paci… E poi le piccole, spesso invisibili, conquiste, le grandi lotte, le fulminee esplosioni, quando addirittura le rivoluzioni.

Volenti o nolenti tutto questo finisce per incidere profondamente nelle nostre vite: dalle condizioni del nostro lavoro, piuttosto che dal fatto di non trovarne o perderne uno, a ciò che possiamo e non possiamo comprare, passando per ciò che studiamo, come parliamo, quello che mangiamo e addirittura l’aria che respiriamo, cambia anche in base ad eventi e dinamiche che sfuggono alla nostra volontà e che ci rendono parte di una storia più grande. Conoscerle è il primo passo per essere veramente partecipi di questa storia, per non subire passivamente gli eventi, ma esserne, nel nostro piccolo, interpreti.

Meglio se insieme, quando la particolare intelligenza, sensibilità, esperienza di ognuno contribuisce alla coscienza di tutti.

Per questo ogni Lunedì alle 17, nell’aula Biblioteca della Baracca Autogestita (via Marzolo 3/a) ci si ritrova per parlare di attualità, confrontarci sugli ultimi avvenimenti, approfondire quelli meno visibili. Tramite giornali, portali online, libri o anche semplicemente socializzando qualcosa che si è pensato.

Per una comprensione della realtà che cambi noi stessi e il mondo, quantomeno svelandone le logiche paradossali che finiscono per imporre “sacrifici” perché si perpetuino l’opulenza ed il consumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *